Chiediamo l’abolizione della marca da bollo

(Vai subito a commentare)

Sito per la richiesta dell'abolizione della marca da bolloRitengo che la marca da bollo o imposta di bollo sia una vera gabella dello Stato anacronistica, odiosa, fastidiosa e che oltre all’esborso di denaro comporta complicazioni e lungaggini nei rapporti con la pubblica amministrazione.

Da questa considerazione nasce nomarcadabollo.it, sito che ha come scopo la divulgazione di questa protesta contro la marca da bollo e la raccolta di adesioni affinchè sia portata a conoscenza dell’opinione pubblica e dei politici la necessità di provvedere al più presto alla cancellazione dell’imposta di bollo.

In pratica la marca da bollo è una tassa sugli atti scritti su carta . O come più pomposamente recita il decreto del Presidente della Repubblica 642 del 26-10-1972 è una imposta applicata alla produzione, richiesta o presentazione di determinati documenti.

Continua a leggere

Pubblicato in Protesta contro la marca da bollo, Senza categoria | Contrassegnato | 256 commenti

il dialogo con le banche è sempre difficile

chi mi assiste con la banca ?Vi racconto la mia querelle con la banca a proposito dell’imposta di bollo su conto corrente.

Ho un conto online, ma questo è ininfluente, dove è normalmente prevista l’imposta di bollo .

Fortunatamente io non pago il bollo grazie ad una vecchia promozione della banca, un porta un amico, che prometteva l’esenzione del bollo su conto corrente per chi portava un nuovo cliente alla banca.  La promozione specificava esente dal bollo per sempre o finchè il nuovo correntista restava cliente della banca.

Così per qualche anno e fino al 31/12/2014 non ho pagato l’imposta di bollo sul mio conto corrente (pagata per mio conto dalla banca, perchè la normativa non prevede sconti per le azioni promozionali della banca).

Il 31 gennaio 2015 con mia grande sorpresa mi vedo addebitare il bollo . Continua a leggere

Pubblicato in senza bollo | Contrassegnato | Lascia un commento

Dalle richieste di permesso per la ZTL a Pescara sparisce il bollo

ZTL senza bollo a PescaraDa questo articolo della cronaca di Pescara, che parla del rilascio delle autorizzazioni per le Zone a Traffico Limitato in centro, possono nascere molte riflessioni .

Il sunto della storia è che inizialmente il Comune di Pescara intendeva richiedere una marca da bollo per le richieste di rilascio di autorizzazione per l’ingresso nelle ZTL, ma poi ha rettificato le sue disposizioni: la marca da bollo non è dovuta .

Che questo sia un argomento non chiarissimo, su cui le amministrazioni comunali sono discordi ne avevamo parlato in un vecchio articolo, dimostrando che in Italia ognuno applica la legge a modo suo, piuttosto a vista. O le amministrazioni non approfondiscono la Legge, o la Legge è poco chiara.

Dalla cronaca di Pescara apprendiamo quanto segue: Continua a leggere

Pubblicato in senza bollo | Contrassegnato , | Lascia un commento

Dal 20 febbraio imposta di bollo virtuale pagabile con F24

f24  imposta di bollo virtualeL’imposta di bollo virtuale arriva sul modello F24.

Dal 20 febbraio entreranno in vigore le nuove regole semplificate per il versamento.

Nel periodo compreso tra il 20 febbraio 2015 e il 31 marzo 2015, n periodo transitorio per dare modo di recepire la novità, l’imposta potrà essere versata sia attraverso il modello F23 che tramite il modello F24 .

Dal prossimo 1° aprile però i soggetti in possesso dell’autorizzazione per l’assolvimento dell’imposta di bollo in modo virtuale dovranno effettuare il versamento obbligatoriamente con il modello F24.

Il modello F24 garantisce una maggiore efficienza nella gestione dell’imposta e rappresenta run progresso verso la semplificazione degli adempimenti fiscali dei contribuenti che già utilizzano il modello F24 per il pagamento di numerosi tributi. Continua a leggere

Pubblicato in pubblica Amministrazione | Contrassegnato , | Lascia un commento

Cosa sono i derivati

I derivati sono strumenti finanziari complessi di cui si sente spesso parlare in termini negativi, specialmente in relazione a spregiudicati investimenti che poi si sono rivelati disastrosi per banche ed enti pubblici e che vengono identificati come legati alla crisi finanziaria dei primi anni duemila.

i derivati non sono titoli muniti di un proprio valore intrinseco bensì derivano il loro valore da altri prodotti finanziari ovvero da beni reali alla cui variazione di prezzo essi sono agganciati; “derivano” appunto il loro valore da altri beni o prodotti, siano essi azioni, titoli di debito pubblico o privato, materie prime come l’oro o il petrolio, ecc.

Spesso il termine derivato, con cui vengono identificati strumenti finanziari molto diversi, più o meno complessi, è anche associato al termine ‘scommessa’ una semplificazione che però rende bene l’idea di come operino . Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento

Cambia l’aspetto della marca da bollo

Si riporta il Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 12 gennaio 2015:

La marca da bollo cambia look
Arrivano i nuovi contrassegni a prova di falsificazione

Da oggi sarà ancora più difficile alterare o falsificare le marche da bollo. Con il provvedimento, firmato oggi dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate, viene, infatti, approvata la nuova grafica, a prova di truffa, per i contrassegni emessi dai tabaccai per la riscossione dell’imposta di bollo, del contributo unificato e del contributo amministrativo per il rilascio del passaporto.

Più sicurezza con il nuovo layout

Le etichette, realizzate dall’IstitutoPoligrafico e Zecca dello Stato, hanno la stessa forma e dimensione di quelle emesse fin ora, cambia, invece, il colore del fondo che diventa celeste al posto dell’attuale verde, per via dei nuovi inchiostri dotati di maggiori caratteristiche di sicurezza che ne ostacolano l’alterazione e la falsificazione. Le etichette con la vecchia grafica potranno essere utilizzate dai tabaccai per emettere i contrassegni fino all’esaurimento delle scorte. Continua a leggere

Pubblicato in controlli | Contrassegnato | Lascia un commento


Un contributo per riscaldare le famiglie indigenti. In bollo !

serve la marca da bollo per il Bon de Chauffage Aosta

Apprendo da una notizia AdnKronos che la regione Val d’Asta ha attiva una giusta e meritoria iniziativa per la distribuzione di contributi ai suoi cittadini indigenti per le spese di riscaldamento .

La regione ha un fondo con cui aiuterà a scaldarsi, e quindi mantenere in salute, i suoi cittadini più bisognosi .

Dall’articolo online un breve riassunto:

————————————-

Da lunedì prossimo, 12 gennaio, inizierà l’apertura dedicata pomeridiana dello sportello amicoinComune per il ritiro delle domande del “Bon de chauffage” delle famiglie residenti ad Aosta che non hanno mai fruito del contributo.

 COS’E’ IL “BON DE CHAUFFAGE”? E’ un sostegno economico alle famiglie, previsto a livello regionale, mediante concorso alle spese per il riscaldamento domestico. Continua a leggere

Pubblicato in pubblica Amministrazione | Contrassegnato , | Lascia un commento

Marca da bollo negli altri Stati: Lussemburgo

marca da bollo del Lussemburgo

Leggo spesso nei commenti frasi tipo “esiste solo in Italia“o “negli altri paese non sanno neanche cosa sia“.

E’ vero che in molti paesi, europei e non europei, non esiste la marca da bollo, ma non in tutti. Ci sono altri paesi in cui la marca da bollo esiste ed è usata.

Questo non giustifica affatto il suo perdurare, ma non siamo i soli a dover combattere con questo costoso francobollo, anche se è vero che in Italia forse se ne abusa ed il costo è decisamente più alto.

Ad esempio nel piccolo Granducato di Lussemburgo usano la marca da bollo, come si può vedere nel documento che vedete sopra l’articolo.

Si tratta di un certificato di residenza, a cui ho tolto tutti i riferimenti personali, rilasciato dall’amministrazione comunale Città di Lussemburgo ad un cittadino italiano, in bollo.

Ma delle differenze con le nostre marche da bollo ci sono. Continua a leggere

Pubblicato in Marca da bollo negli altri stati | Contrassegnato , | Lascia un commento

Giudice di pace: esenzione bollo per modesto valore vale anche per i gradi successivi

Agenzia delle Entrate, Risoluzione 10 novembre 2014, n. 97

OGGETTO: Tassabilità ai fini dell’imposta di registro delle sentenze emesse su appello delle pronunce del giudice di pace – Art. 46 della legge 21 novembre 1991, n. 374.

In considerazione dei principi enunciati dalla Corte di Cassazione con le richiamate sentenze ( sentenza 16 luglio 2014, n. 16310) e del parere reso dall’Avvocatura generale dello Stato con nota n. 322080 del 28 luglio 2014(2), in ordine alla condivisibilità delle affermazioni di principio espresse dai giudici di legittimità, si ritiene che il regime esentativo per valore previsto dall’articolo 46 della legge n. 374 del 1991 (per le cause e le attività conciliative in sede non contenziosa il cui valore non eccede € 1.033,00) debba trovare applicazione non solo in relazione agli atti e provvedimenti relativi al giudizio dinanzi al giudice di pace ma anche agli atti e provvedimenti emessi dai giudici ordinari nei successivi gradi di giudizio.

Continua a leggere

Pubblicato in senza bollo | Contrassegnato | 2 commenti

Marca da bollo sul passaporto in Tunisia

(Fonte ansamed.info)

Tunisia con marca da bollo sul passaporto

E’ entrata ufficialmente in vigore a partire dal 1 ottobre, con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale tunisina, la disposizione della nuova legge finanziaria 2014 N° 54 che prevede il pagamento di una tassa di 30 dinari (circa 15 euro) per i cittadini stranieri,compresi i minori, non residenti in uscita dalla Tunisia.

Il pagamento della nuova tassa, definita “di solidarietà” e destinata a risollevare le finanze pubbliche, viene effettuato tramite l’acquisto di marca da bollo da applicare sul passaporto, ed è disponibile presso porti e aeroporti, posti di frontiera di transito terrestre e sedi dell’agenzia delle entrate locale. Il Ministero del Turismo ha predisposto una commissione tecnica con il compito di sovraintendere alle operazioni di applicazione della tassa. Continua a leggere

Pubblicato in Marca da bollo negli altri stati | Contrassegnato , | Lascia un commento


L’Agenzia delle Entrate introduce il bollo virtuale online @e.bollo

@e.bollo il bollo virtuale

Con provvedimento del 19 settembre 2014 il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha posto le basi per il pagamento virtuale del bollo sui documenti informatici, operativo tra pochi mesi, il tempo di predisporre le procedure informatiche. (qui il provvedimento in PDF).

Attraverso @e.bollo il contribuente può assolvere in via telematica il pagamento dell’imposta di bollo dovuta per le istanze trasmesse telematicamente ad una Amministrazione e per i relativi atti e provvedimenti.

Il servizio – spiega l’Agenzia delle Entrate – sara’ operativo nei prossimi mesi, considerati i tempi tecnici necessari allo sviluppo delle procedure, da parte delle Pubbliche amministrazioni e degli intermediari che offriranno i servizi di pagamento, sulla base delle linee guida e delle specifiche tecniche elaborate dall’Agenzia delle Entrate e dall’Agenzia per l’Italia Digitale. Continua a leggere

Pubblicato in pubblica Amministrazione | Contrassegnato , | Lascia un commento