14,62 euro di bollo per avere un rimborso da 20 euro

Ogni tanto la stampa da notizie sui vari contrattempi che riguardano l’imposta di bollo .

Peccato che vengano trattate come notizie curiose, un trafiletto nelle pagine interne, tra il gatto più obeso del mondo e la scuola per equilibristi .

La stampa economica invece non pone nessuna attenzione su come per far davvero progredire burocrazia, agenda digitale e semplificazione amministrativa sia necessario abolire la marca da bollo.

Sulla Gazzetta di Modena del 31 gennaio trova spazio l’ennesimo esempio delle assurdità generate dalla marca da bollo.

Titola la Gazzetta: Rimborso beffa: per riavere 20 euro dovrà pagarne 14 

Un 33enne di origine ghanese arrivato qualche mese fa a Modena in cerca di lavoro, per la sua pratica relativa al permesso di soggiorno, ha versato per errore venti euro in più del dovuto.

Per questo motivo, da parte dell’Ufficio immigrazione della Questura si è visto recapitare una lettera, nella quale gli si comunicava prontamente la restituzione della somma.

E le condizioni per poter avere il rimborso stabilivano la domanda in bollo da € 14,62 e l’indicazione del suo IBAN bancario .

Il ragazzo non ha ancora lavoro e non ha certo un conto corrente bancario e mi sembra irragionevole aprirlo per un rimborso netto di € 5,38 ! Perchè il resto del rimborso se lo mangia il francobollo colorato.

Che poi se la questura ha già stabilito il maggior pagamento, perchè per concedere il rimborso ha bisogno che venga richiesto dall’interessato ?


14,62 euro di bollo per avere un rimborso da 20 euro ultima modifica: 2013-02-02T17:39:37+00:00 da admin

Cosa ne pensi ? Lascia un commento