Atti, documenti e registri soggetti all’imposta in caso d’uso

D.P.R. 26-10-1972 n. 642
Disciplina dell’imposta di bollo.
Pubblicato nella Gazz. Uff. 11 novembre 1972, n. 292, S.O., n. 3.
Allegato A

TARIFFA (Parte II)

ATTI, DOCUMENTI E REGISTRI SOGGETTI ALL’IMPOSTA IN CASO D’USO

22.1 Conti dei curatori ed altri amministratori giudiziari; atti relativi alla concessione del servizio di riscossione dei tributi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 gennaio 1988, n. 43, e atti di prestazione delle relative cauzioni: per ogni foglio

23. Ricevute per versamento o svincolo di somme o valori depositati in garanzia o per semplice custodia presso pubbliche amministrazioni statali o locali compresi i depositi doganali e giudiziari: per ogni ricevuta

23.2 Ricevute e note di consegna di merci con o senza l’indicazione del prezzo: per ogni documento

24. Atti e documenti di cui all’art. 2 redatti sotto forma di corrispondenza o di dispacci telegrafici, ancorché contenenti clausole di cui all’art. 1341 del Codice civile: per ogni foglio o esemplare

25. Documenti concernenti qualsiasi movimento o ricevimento di denaro, titoli o valori di qualunque quantità o importo scambiati tra casa madre o centrale di un ente pubblico o privato, o di una impresa, e proprie filiali, succursali, sedi, depositi e stabilimenti, nonché quelli scambiati tra un ente pubblico o privato, un’impresa commerciale o industriale e i propri ausiliari, intermediari o spedizionieri: per ogni foglio o esemplare

26. Documenti, elenchi, ruoli, matricole e simili relativi all’esercizio di mestieri, arti o professioni: per ogni foglio o esemplare

27. Atti e documenti da chiunque rilasciati che, secondo le vigenti disposizioni di legge o regolamentari, devono accompagnare le merci durante il loro trasporto e spaccio ovvero attestarne caratteristiche, pesi, misure o altre qualità: per ogni foglio o esemplare

28. Tipi, disegni, modelli, piani, dimostrazioni, calcoli ed altri lavori degli ingegneri, architetti, periti, geometri e misuratori; liquidazioni, dimostrazioni, calcoli ed altri lavori contabili dei liquidatori, ragionieri e professionisti in genere: per ogni foglio o esemplare

29.1 Titoli di credito provenienti dall’estero:

a) assegni circolari Abrogato

b) cambiali

c) cambiali e titoli equivalenti, di cui al primo comma dell’art. 32 della legge 24 maggio 1977, n. 227, emessi all’estero all’ordine di operatori nazionali a fronte di crediti destinati a formare oggetto di assicurazioni o di finanziamento o all’ordine di istituti italiani o al portatore a fronte di operazioni di cui all’art. 15, lettere g) e h), della stessa legge: per ogni milione di lire o frazione di milione

30. Atti diversi da quelli indicati nell’art. 29, documenti e registri provenienti dall’estero, aventi contenuto corrispondente a quello di atti, documenti e registri che sono soggetti nello Stato all’imposta

31. Biglietti del lotto e delle lotterie e cartelle delle tombole autorizzate: per ogni esemplare

32. Atti, documenti, registri ed ogni altro scritto, per i quali non sono espressamente previsti il pagamento dell’imposta sin dall’origine ovvero l’esenzione:

I commenti sono chiusi.

Puoi commentare senza un account con il form in fondo alla pagina