I collezionisti d’armi risparmiano una marca da bollo

Estratto dalla Circolare Ministero dell’Interno 557/PAS/U/002153/10171(3) del 10/02/2017
Imposta di bollo per le variazioni “in detrazione” di armi dalla licenza di collezione di armi comuni da sparo. – Chiarimenti.

Pertanto, la comunicazione per la cancellazione di armi dalla licenza di collezione non si inquadra nella fattispecie degli atti amministrativi che danno inizio ad un procedimento ed al conseguente provvedimento, non avendo la stessa comunicazione/dichiarazione la valenza di un’istanza intesa ad ottenere un provvedimento della P.A., (alla stregua, ad esempio, della denuncia di detenzione armi) e, conseguentemente, la stessa non è soggetta all’imposta di bollo.
Analogamente deve considerarsi – anche in relazione all’esenzione fiscale di che trattasi – la conseguente cancellazione dell’arma dalla licenza, poiché essa costituisce una semplice attività materiale priva di qualsivoglia attività discrezionale.
Nei termini sopra indicati – a cui codeste Questure sono pregate di attenersi a far data dalla ricezione della presente circolare – si è anche espressa, a seguito di specifica istanza di interpello formulata da questo Ufficio, la competente Agenzia delle Entrate – Direzione Centrale Normativa, con nota AGE.AGEDC001.Reg. Uff. 0013529.20-01-2017-U, del 20 gennaio 2017, con il parere che si fornisce in allegato.

La circolare conferma che la marca da bollo non è dovuta quando si “estraggono” una o più armi dalla licenza (ad esempio perché si sono vendute), mentre è dovuta solamente quando si vogliono inserire nuove armi nella propria licenza.

armi da collezione

La spiegazione del Ministero è che quando si eliminano delle armi non è richiesto nessun procedimento amministrativo e quindi viene meno il pagamento dell’imposta di bollo.
Questo per il principio che la marca da bollo è il corrispettivo pagato allo Stato in cambio di un servizio.

Quindi l’interpretazione del Ministero è condivisibile e legittima. Viene però da chiedersi se è sempre così. Tutte le volte che apponiamo una marca da bollo su un documento è perchè dobbiamo pagare la Pubblica Amministrazione per un servizio effettivamente reso ?

Non è così, spesso non si capisce perchè si paga la marca da bollo e quale sia il lavoro che la pubblica amministrazione stia svolgendo in cambio del pagamento del bollo.

I collezionisti d’armi risparmiano una marca da bollo ultima modifica: 2017-02-20T18:52:54+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne pensi ? Lascia un commento