Togliamo la tentazione

marche cancellabili

Ormai non so neanche più se pubblicare notizie del genere, visto che sono frequenti e ripetitive. Magari apro una pagina separata per le segnalazioni di contraffazione e commercio illegale delle marche da bollo.
Quello che è certo è che le marche da bollo sono una tentazione troppo forte per arrotondare da parte di individui poco onesti e che anche la criminalità organizzata ha il suo guadagno nella gestione del commercio delle marche falsificate.
La notizia ANSA di oggi:

Comunali vendevano marche false, presi

Erano addetti a certificati VII Municipalità

(ANSA) – NAPOLI, 12 SET – Vendevano marche da bollo contraffatte da applicare ai documenti che rilasciavano: due dipendenti del Comune di Napoli in servizio alla VII Municipalità (Miano-Secondigliano-S.Pietro a Patierno) sono stati arrestati, in seguito ad una denuncia, dalla Polizia Municipale. S.G., 64 anni, con precedenti penali, e G.G., 62 anni, addetti all’ ufficio terminali, sono stati sorpresi con 34 marche da bollo da 16 euro contraffatte grazie ad un lavaggio chimico. Il valore reale era di 0,26 euro.

Niente di nuovo, Abbiamo già dato più volte notizie del tutto simili a queste .

Allora è arrivato il momento che lo Stato prenda provvedimenti e tolga questa ‘tentazione’ agli impiegati, che pensi ad un sistema di esazione diversa, se proprio non è possibile togliere l’imposta di bollo sui documenti.

D’altra parte è proprio lo Stato a rimetterci, perchè sopporta pigramente che chiunque possa con estrema facilità defraudare le imposte, e quindi defraudare il popolo italiano ?

Cosa si potrebbe fare ?

L’errore è stato fatto con l’emissione dei valori bollati telematici. In pratica sulla marca da bollo viene stampato l’importo a richiesta con una comune stampante.  La marca da bollo è di difficile falsificazione, farla perfettamente uguale all’originale renderebbe poco vantaggiosa la falsificazione. Ma l’importo stampato dal tabaccaio è cancellabile con agenti chimici, o come abbiamo visto fare sovrapponibile con un’altra scritta.

Perciò bisogna subito abbandonare la marca da bollo telematica e tornare ai vecchi valori bollati, magari uniformando le imposte da pagare ad un cerchio ristretto di importi, in modo che il tabaccaio debba essere rifornito con pochi valori differenti.

E’ un passo indietro, lo so, ma indispensabile per fermare il giro di contraffazioni.

Altre idee, oltre naturalmente alla totale abolizione ?


Togliamo la tentazione ultima modifica: 2013-09-13T23:04:41+00:00 da admin

Cosa ne pensi ? Lascia un commento