Bollo o non bollo per la ZTL di Torino

Una tassa dovrebbe avere delle regole ben precise, indicare chiaramente chi la deve pagare e quali sono i motivi di esenzione.

Con l’imposta di bollo questa certezza non esiste ed abbiamo già visto come i comuni italiani si comportano in materia differente nel chiedere o non chiedere la marca da bollo sul medesimo atto.

A Torino adesso c’è il dubbio che a 12000 cittadini che hanno richiesto il permesso di accesso alla ZTL sia stata richiesta ingiustamente una marca da bollo da 16 euro.

Il primo dubbio è venuto ai cittadini: perché il Comune di Torino mi chiede una marca da bollo mentre nel vicino Comune di Bardonecchia non me la chiedono per la stessa richiesta relativa alla ZTL?

La risposta, che forse crea ancora più confusione viene da un organo dello stesso comune di Torino che sta sovraintendendo all’informatizzazione della documentazione comunale: Torino considera i permessi come «istanza rivolte alla pubblica amministrazione», quindi soggetta all’imposta da bollo, mentre altri comuni ritengono che lo stesso documento sia «un diritto connesso allo stato personale dichiarato», un’autocertificazione che non richiede nessuna marca da bollo.

La magia dell’imposta di bollo è che basta chiamare un documento con un nome diverso per applicare o meno la marca!

Se fosse finita qui, sarebbe solo un caso di diversa interpretazione della norma tra Enti diversi. Perlomeno i cittadini dello stesso comune sarebbero trattati tutti allo stesso modo. Ingiusto e ridicolo è invece il caso in cui cittadini dello stesso Comune, per la stessa istanza, vengano trattati in modo diverso.

ztl torino ed il mistero della marca da bollo

A Torino infatti esistono 60 ZTL e non si sa bene secondo quale criterio per l’istanza di accesso ad alcune ZTL è richiesta la marca da bollo, mentre per altre ZTL non è richiesta la marca da bollo. Qui non c’è confusione con i nomi, l’istanza è uguale per tutti, ma il trattamento fiscale è diverso.

Da questa pagina del Comune di Torino possiamo veder che per le ZTL Blu-a Blu-b Fotocine Verde e Borgo Dora è richiesta una marca da bollo da 16 euro. Per l’istanza di accesso alle ZTL Scuola arancione lilla invece non è richiesto porre sul documento nessuna marca da bollo.

Secondo il Csi, il Consorzio per il sistema informativo, dodici sono le ZTL che prevedono il pagamento di una marca da bollo da 16 euro, mentre per la maggior parte delle istanze delle altre ZTL non è richiesta.

L’imposta di bollo è incassata dallo Stato ma è richiesta dai comuni o altri enti territoriali secondo l’interpretazione della norma da parte dell’impiegato di turno. Sarebbe giusto che l’interpretazione la desse lo Stato, attraverso il Ministero delle Finanze. Ma abbiamo già riscontrato diverse volte che sull’imposta di bollo non si impegna nessuno a fare chiarezza.

Bollo o non bollo per la ZTL di Torino ultima modifica: 2019-04-12T15:23:45+02:00 da admin-Salvatore

Cosa ne pensi ? Lascia un commento

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.