Il bollo sulla ricevuta del medico può essere portata in detrazione

detrazione spese mediche con bolloE’ tempo di dichiarazione dei redditi e sappiamo che è possibile portare in detrazione fiscale le spese mediche sostenute.

Sappiamo anche che sulle ricevute dei professionisti il cui importo è maggiore di € 77,47 deve essere apposta la marca da bollo da 2,00 euro (1,81 € fino al 26/06/2013).

La domanda che molti contribuenti che compilano da soli il modello 730 si fanno è se nell’importo che portano in detrazione devono calcolare anche la spesa sostenuta per la marca da bollo o se devono indicare solo il compenso al professionista.

La risposta è SI, si porta in detrazione anche il bollo, a patto che sia stato evidenziato in fattura. Cioè deve risultare che a sostenere la spesa è stato il cliente e non il professionista.

Una ricevuta correttamente compilata evidenzia la richiesta della marca da bollo:

Prestazione sanitaria   100,00

marca da bollo                   2,00

Totale  a pagare            102,00

Se la ricevuta è compilata in questo modo non c’è problema a conteggiare in detrazione l’importo di 102 euro.


Lo chiarisce anche la Circolare dell’Agenzia delle Entrate 444/E  del 2008:

L’imposta di bollo può essere considerata come costo accessorio della prestazione professionale e, in quanto tale, computato nella determinazione dell’onere che dà diritto alla detrazione ai sensi dell’articolo 15 del DPR n. 917 del 1986.

La realtà però non è mai così semplice, vediamo qualche caso particolare, sempre parlando di ricevute con importo maggiore di € 77,47:

La ricevuta non riporta la richiesta della marca da bollo e la marca non è apposta

La ricevuta non è regolare. Le spese mediche sono detraibili anche se sulla fattura manca il bollo, ma non essendo in regola con la normativa sui bolli si può incorrere in sanzioni. In questo caso secondo l’ADE bisognerebbe denunciare e regolarizzare l’evasione del bollo entro 15 giorni.

Nella pratica comune apponendo successivamente la marca da bollo e portando in detrazione solo l’importo del professionista non si incorre in problemi.

la ricevuta riporta la richiesta della marca da bollo e la marca non è apposta

Il bollo dovrebbe essere apposto in origine sul documento. Apponendo il contrassegno telematico successivamente in occaasione della dichiarazione dei redditi ci sarebbe un tardivo versamento dell’imposta, ma non ho notizia di sanzioni notificate per casi come questo.

Quindi apponendo la marca da bollo si può portare in detrazione sia l’importo del professionista, sia il bollo

– la ricevuta riporta la richiesta della marca da bollo da 1,81€ e la marca non è apposta

Le marche da 1,81€ non si possono più acquistare. Apponendo una marca da 2 euro su una ricevuta antecedente il 26/06/2013 si evidenzia il fatto che la marca non è stata posta in origine. Ma davvero non credo che l’Agenzia delle Entrate, nel caso che si cada nel controllo a campione della documentazione della dichiarazione dei redditi, contesti davvero il tardivo versamento anche in considerazione che pagando di più si effettua un ravvedimento operoso sul tardivo versamento, anche se non previsto.

Il bollo sulla ricevuta del medico può essere portata in detrazione ultima modifica: 2014-05-03T19:16:45+02:00 da admin-Salvatore
Leggi qui

Cosa ne pensi ? Lascia un commento

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.