In Toscana e solo in Toscana il ricorso al Co.Re.Com è con marca da bollo

il corecom vuole la marca da bollo

Corecom Toscana fa pagare il bollo da 16 euro per i ricorsi

Per fare ricorso al Corecom Toscana bisogna pagare una marca da bollo da 16 euro. La denuncia arriva da Federconsumatori e Adusbef: “Dal 24 marzo scorso chi vuole fare ricorso al Corecom Toscano contro gli atteggiamenti scorretti degli operatori telefonici deve pagare un balzello“.

Il Co.re.com (Comitato regionale per le comunicazioni) operano come organi funzionali dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCom).

Il motivo più frequente per cui un cittadino si rivolge al Co.re.com. è per controversie legate ai contratti di telefonia fissa e mobile, pay tv, servizi ADSL.


Per esempio per contratti attivati ad insaputa del consumatore, per controversie sui consumi o sulle tariffe, o per malfunzionamento della banda larga ci si deve rivolgere alla sede Co.re.com. della propria regione di residenza o per le province a statuto speciale al Co.re.com provinciale.  Sul sito Clientiesperti.it è possibile trovare tutti i recapiti delle sedi locali del Corecom.

Caso unico su tutto il territorio nazionale, Il Co.re.com della regione Toscana ha iniziato a richiedere la marca da bollo per le interpellanze rivolte dai cittadini,  interpretando in modo nuovo le norme previste dal Decreto 642 del 1972.

I cittadini che intendono fare ricorso al Corecom che risiedono in Toscana devono pagare un bollo di 16 euro, mentre sul resto del territorio nazionale permane la gratuità dei ricorsi, creando una disparità non accettabile essendo tutti soggetti alla stessa legge nazionale.

Anzi, 16 euro è il minimo, visto che se assoggettata a bollo la documentazione del ricorso bisogna pagare una marca da  bollo da 16 euro ogni quattro facciate di cui si compone la richiesta.

Federconsumatori e Adusbef spiegano che lo stesso presidente del Corecom ha rimandato la responsabilità del provvedimento alla gestione amministrativa e che in una lettera agli organismi regionali sollecita le autorità politiche  a intervenire per imboccare una strada diversa da quella intrapresa.

Le due associazioni chiedono il ritiro del provvedimento e sollecitano l’ AGCOM ad un pronto intervento affinché sia ripristinato il diritto dei consumatori alla gratuità dei ricorsi, nel solco di quanto raccomanda l’Unione europea.

In Toscana e solo in Toscana il ricorso al Co.Re.Com è con marca da bollo ultima modifica: 2014-04-15T21:26:18+00:00 da admin-Salvatore
leggi anche:

Cosa ne pensi ? Lascia un commento

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.