bollo su ricevute di locazione

Sulle ricevute di pagamento superiori ad € 77,47, non soggette ad IVA, deve essere applicata una marca da bollo da € 1,81.
Questa è la regola generale.
Molto spesso viene domandato se questo vale anche per le ricevute di affitto e la risposta è una sola: SI.
La ricevuta di pagamento per la locazione è una ricevuta che attesta il pagamento, come qualsiasi altra, e quindi se supera  euro 77,47 (e penso sia vero nel 100% dei casi) deve essere applicata la marca da bollo.
Da chiarire solo 2 punti:
  • è obbligato a mettere la marca da bollo il padrone di casa .
  • il costo della marca è a carico dell’inquilino .
Ne deriva che il metodo corretto di compilazione della ricevuta di affitto è il seguente:
Canone mese di settembre     € xxxx,xx
marca da bollo                                €    1,81
                                                         _________
Totale                                            € xxx1,81
Quindi l’inquilino paga il costo della marca da bollo, ma nella ricevuta è indicato anche il sostenimento di questo costo.

Per fortuna c’è un modo per salvarsi da questa imposizione: basta pagare il canone con bonifico bancario. In questo caso non è dovuta ricevuta e quindi non ci sono marche da bollo da applicare.


bollo su ricevute di locazione ultima modifica: 2010-09-06T16:31:52+00:00 da admin

Cosa ne pensi ? Lascia un commento